fbpx

Resta collegato

Unisciti a noi!

Aiutaci a portare avanti la Campagna Voglio Vivere sostenendo le nostre iniziative a favore della vita!

Mercoledì, 20 Aprile 2022 12:27

Approvata legge sugli embrioni a tre genitori in Australia!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Quello che solo pochissimi anni fa aveva sollevato un’alzata di scudi da parte della comunità scientifica internazionale ora è diventato legale.

In realtà, già il Regno Unito aveva approvato una norma del genere.

Adesso è toccato a un’altra nazione: l’Australia.

La Camera alta del parlamento ha infatti approvato a fine marzo, dopo un acceso dibattito, un disegno di legge che autorizza la creazione di embrioni da tre genitori.

Sia il primo ministro Scott Morrison che il ministro della Salute Greg Hunt ne sono stati i principali sostenitori e il leader dell'opposizione Anthony Albanese ha votato a favore.

Ovviamente, la necessità di una simile disposizione è stata raccontata con l’argomento dei motivi compassionevoli.

I suoi sostenitori l’hanno descritta come una «cura» per tipi gravi di malattie mitocondriali che colpiscono 50 o 60 bambini nati in Australia ogni anno.

Ma la parola «cura» è impropria.

Infatti, il disegno di legge autorizza la creazione di un embrione, tramite fecondazione in vitro, con materiale genetico di un uomo e due donne.

Si tratta a tutti gli effetti di ingegneria genetica.

La senatrice laburista Kristina Keneally ha parlato con passione contro la legge dicendo che creare embrioni allo scopo di raccoglierli e distruggerli "è un Rubicone morale che non posso attraversare".

Mentre la bioeticista Margaret Somerville ha sollevato seri interrogativi:

«È intrinsecamente sbagliato alterare il genoma dell'embrione umano? Lo è progettare una persona umana? E fare un'alterazione che sarà ereditata da tutti i futuri figli di quell'embrione, quando avranno dei figli, è intrinsecamente sbagliato? Se si può dire che una qualsiasi di queste cose è intrinsecamente sbagliata, è la fine della discussione, significa che non è etico farlo».

Se i princìpi morali non hanno più nessun fondamento, tutto diventa lecito.

È quello contro cui Generazione Voglio Vivere si batte da anni: riportare al centro del dibattito pubblico l’importanza dei principi morali per non giustificare mai più aberrazioni come quelle votate in Australia.

Continua dunque a sostenerci, insieme cambieremo in cuori e le menti delle giovani generazioni, vera chiave di volta per cambiare questo mondo corrotto.

 

 

Samuele Maniscalco
Responsabile Campagna Generazione Voglio Vivere

 

Letto 285 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Aprile 2022 12:42

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

e aiutaci a portare avanti la nostra campagna per la Vita!